Viaggio a piedi di gruppo, con conduzione Guida Ambientale Escursionistica AIGAE, in cammino lungo la via Priula, da Bergamo a Morbegno.

L’escursione è di impegno medio, necessita un buon allenamento fisico, buone condizioni di salute e l’abitudine a camminare più giorni di seguito.

Durante il percorso cercheremo di riappropriarci del Tempo, entrando in connessione con noi stessi, con la Natura e il Paesaggio, con la Storia e i luoghi che attraverseremo.

Descrizione

Questo cammino è un viaggio molto particolare.

La Strada Priula era una via commerciale voluta da Alvise Priuli, nel XVI secolo, che così descriveva la sua opera stradale: “Ho fatto tagliare una strada di larghezza nel sasso vivo di cinque brazza per il manco per dove mi è convenuto passa per coste di monti di sasso vivo…

L’esigenza di questo “nuovo” itinerario era nato per evitare il passaggio (costoso) per il Ducato di Milano e migliorare i rapporti con l’Oltralpe.

Era comunque un viaggio selvatico, non esente da difficoltà sia dal punto di vista della percorrenza che di sicurezza, osteggiata fin dalla sua realizzazione, La via Priula servì più come atto politico che non a sviluppare effettivamente fiorenti traffici.

il nostro sarà più che mai, quindi, un viaggio, sì, attraverso il territorio ma anche nel Tempo, non facendoci però di certo mancare l’incontro con le tipicità eno-gastronomiche, che da queste parti proprio non mancano!

Il territorio e il paesaggio sulla via Priula

La partenza ideale di questo cammino è in città Alta, nei pressi di Porta San Lorenzo (oggi porta Garibaldi), il cammino prenderà il via attraversando un primo tratto dei Colli di Bergamo, proseguirà costeggiando il fiume Brembo, incominciando poi a salire quando saremo nel territorio della Valle Brembana.

La salita si farà più consistente poi verso il crinale orobico, arrivando al suo culmine al Passo San Marco, da li non resterà che scendere attraversando la valle del Bitto e la Bassa Valtellina, passando da Albaredo per san Marco e raggiungendo, in fine, la nostra destinazione, Morbegno.

Colline, valli, montagne ma anche case contadine, vecchie dogane, natura e cultura, cibo per il corpo e per l’anima!

Non occorre andare all’altro capo del mondo per fare un viaggio di scoperta!

Perché un cammino sulla via Priula?

Oltre alle affascinati caratteristiche storiche e paesaggistiche di questo percorso, che meritano assolutamente di essere conosciute e viste, quello che vi propongo di fare durante questo cammino è una riflessione.

Viviamo in Tempi ad Alta Velocità: i trasporti, le transizioni più veloci tolgono il tempo al viaggio, al passaggio e al paesaggio.

Non vi sembra che ci sia sempre meno tempo, che uno dei motori a spingerci in quasi ogni nostra attività sia la fretta?

E se provassimo un po’ a rallentare provando a percorrere la via Priula come se fossimo nel XVI secolo?

Proviamo a chiederci cosa ci serve davvero per essere felici?

CLICCA QUI PER LA SCHEDA DETTAGLIATA DELL’ESCURSIONE